Norme

Lo zinco ha una temperatura di fusione pari a 419° C; la temperatura di esercizio del bagno oscilla tra i 445° e i 455° C ed è costantemente tenuta sotto controllo da speciali sonde immerse nello stesso bagno con la funzione di attivare o disattivare uno o più bruciatori del forno; la qualità dello zinco, così come prescritto dalla norma europea EN ISO 1961, non è mai inferiore al 98,5% di zinco puro.

Criterio essenziale per determinare la bontà della zincatura a caldo è rappresentato dallo spessore del rivestimento di zinco che viene misurato in micron con impiego di apparecchi elettromagnetici di precisione.

Il processo di zincatura a caldo era sottoposto fino al 1999 a norme UNI specifiche che andavano dalla UNI5744-66 relativa alla zincatura di carpenteria varia alla UNI 5745-66 per tubi in acciaio ed alla norma CEI 7-6 per linee ed impianti elettrici, ed infine alla norma UNI 5741/2/3-66 che trattava dei metodi di collaudo.

Tutte le norme tecniche citate riportano i valori minimi degli spessori dei rivestimenti previsti in base alla tipologia del materiale, detto spessore oscilla da 70 a 120 micron.

Attualmente le norme UNI sopraccitate vengono sintetizzate in un unica norma europea UNI EN 1461 ed a tale norma la Zincometal si attiene per le proprie lavorazioni.

La Zincometal è associata AIZ (Associazione Italiana Zincatori).

Zincometal Srl part.iva 01365740925 © 2012
Stabilimento zona industriale Villacidro, Strada Provinciale Villacidro - San Gavino Km 4,500 - Tel. 0709311268 - Fax 0709311194
Sede legale e amministrativa Via Caboto, 2 - 09125 Cagliari - Tel./Fax 070304601 E-mail info@zincometalsrl.it

Realizzazione sito: Mag